Sempre più aziende decidono oggi di usufruire del vantaggio fiscale relativo all’introduzione di iniziative di welfare aziendale, ma come è possibile gestire e strutturare un piano efficace?

Quello che differenzia un semplice pacchetto di beni e servizi da un vero e proprio Piano di Welfare aziendale è la consulenza e la pianificazione strategica che si sviluppa attraverso diverse fasi, finalizzate allo sviluppo e alla gestione di strumenti in maniera efficace ed efficiente.

Conoscere le esigenze dei lavoratori, decidere un budget e la fonte di finanziamento delle iniziative di welfare, scegliere il modo corretto di comunicarle: sono solo alcuni aspetti che l’azienda si troverà ad affrontare nello sviluppo di un piano welfare.

Innanzitutto, il tema della complessità territoriale presente in Italia fa emergere esigenze e criticità distinte per ogni realtà aziendale: diverse dimensioni e numero di dipendenti, come anche la tipologia di settore merceologico necessitano di soluzioni e strumenti specifici per poter implementare e far utilizzare i benefit del welfare aziendale.

Ad esempio il grado di digitalizzazione della popolazione aziendale può influire sulle scelte delle modalità migliori per facilitare la fruizione del piano welfare da parte dei dipendenti.

Nello sviluppo di un piano welfare è quindi fondamentale saper gestire tutti gli aspetti: dalla definizione dei servizi e delle loro modalità di fruizione, all’implementazione della struttura del piano, alla gestione amministrativa e contabile e alla comunicazione dell’iniziativa.

Tutti questi aspetti possono essere assimilabili a delle complessità a cui le diverse aziende devono prestare attenzione quando si parla di piani di welfare aziendale perché comportano la necessità di un’attenta analisi, una strutturazione intelligente delle iniziative, un’adeguata opera di comunicazione e un puntuale monitoraggio dei progetti, che verifichi la coerenza tra i risultati e le aspettative.

La tecnologia delle società provider di servizi ha reso possibile il superamento e la facilitazione di queste difficoltà grazie a processi, piattaforme e strumenti sempre più innovativi.
Grazie alle nuove piattaforme welfare l’effort da parte dei referenti dell’azienda cliente è ridotto al minimo grazie a procedure automatizzate e snelle e numerosi servizi che facilitano la gestione e l’utilizzo del piano, permettendo un notevole risparmio di tempo e costi. Professionisti dedicati e un approccio consulenziale garantiscono infine oltre alla progettazione, un monitoraggio in tempo reale delle iniziative, consentendo di modificare gli aspetti dove non vi sia coerenza tra l’obiettivo che ci si è dati e le ricadute organizzative. Tutto ciò garantisce ad aziende di qualsiasi dimensione e dislocazione geografica di implementare con successo piani di welfare aziendale riducendo al minimo gli impatti organizzativi e gestionali sulle proprie risorse.