La nostra assistenza è sempre con te

buono-pasto-ticket-compliments-menu-202105
Azienda Sei un'azienda o una partita iva interessata ai buoni acquisto?

Quali sono i vantaggi fiscali del buono acquisto o regalo Edenred?

Il buono acquisto o regalo Edenred è la soluzione ideale per le Aziende, i liberi professionisti, le partite IVA e qualsiasi realtà aziendale per risparmiare e sostenere la propria attività, per incentivare le vendite e il trade, e per dare un sostegno concreto ai propri dipendenti e collaboratori. Ideale anche per concorsi e operazioni a premio.

Il buono acquisto Edenred è uno strumento scelto per diverse finalità ed è sempre fiscalmente vantaggioso. Le aziende e le partite IVA lo scelgono per:

  • premiare ed incentivare i lavoratori: possono essere erogati ai dipendenti fino a 516,46 euro/anno esenti da contribuzione fiscali e previdenziali. Infatti, nel caso di importi fino a 516,46€ (erogati “in natura” e non in “denaro contante”) è possibile esporre in busta paga l’importo utilizzando la voce dato figurativo come da ART.51 comma 3 del T.U.I.R. (fringe benefit). L’esenzione fiscale è totale anche per l’azienda (ai sensi dell’art. 95 del DPR n. 917/86) in quanto rappresentano spese connesse al lavoro dipendente. 
  • adempiere agli obblighi del CCNL: sono la risposta più semplice ed immediata al welfare aziendale. Una soluzione semplice e chiavi in mano per portare il welfare in ogni azienda, per rispondere agli accordi di primo e secondo livello con zero impatti organizzativi e gestionali.
  • omaggistica e regali a clienti e fornitori: sono perfetti per i regali natalizi, per promuovere il lancio di nuovi prodotti o per festeggiare un evento speciale. Infatti, il valore imponibile dei buoni acquisto Edenred utilizzati come omaggi a clienti e fornitori per azioni promozionali inerenti all’attività di impresa può essere dedotto completamente dai costi con detraibilità dell’IVA relativa alla commissione (Art 108 comma 2 del T.U.I.R. – DPR n.917/86 e D.M.19/11/2008 e   riferimento per la detraibilità IVA: art. 19-bis1 comma 1 lett. h) DPR 633/72),). Il valore massimo di ogni regalo è di 50€.
  • migliorare il rendimento delle reti di vendita: possono essere utilizzati per motivare la forza vendita, agenti e distributori, a fronte di una prestazione o al raggiungimento di un obiettivo con un riconoscimento personale di valore. Diverse sono le modalità che un’azienda o un libero professionista può scegliere per incentivare le vendite: ad esempio differenziare obiettivi e premio in base alla potenzialità dell’agente e distributore (singola pattuizione) oppure fissare un premio uguale per tutti al raggiungimento dell’obiettivo (operazioni a premi).  In entrambe le modalità, i buoni acquisto Edenred sono perfetti, avendo un taglio modulabile che può essere scelto liberamente dall’azienda o dal libero professionista.
    Il valore totale dei buoni acquisto Edenred, utilizzati come compenso in natura (gratifica-premio) a fronte di una prestazione o raggiungimento di un obiettivo, rientra tra i costi deducibili sostenuti dall’impresa con detraibilità dell’IVA relativa alla commissione.
  • fidelizzare e acquisire clienti: in ambito B2B sono lo strumento più semplice ed efficace  per trasformare lo sconto in un premio di pari valore monetario e non vincolato per l’aumento di fatturato o per il lancio di un nuovo prodotto. Il valore totale dei buoni acquisto Edenred, utilizzati come sconto in natura (in alternativa allo sconto percentuale su imponibile fattura) per l’acquisto di determinati prodotti/servizi o per determinati volumi di acquisti concordati da parte dei Clienti, rientra tra i costi deducibili sostenuti dall’impresa con detraibilità dell’IVA relativa alla commissione. In ambito B2C rappresentano il premio più desiderato in attività promozionali, concorsuali e all’interno di programmi loyalty, perché lascia piena libertà di scelta su cosa acquistare. Per questo tipo di attività la normativa di riferimento è operazioni a premio art. 3 D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430

Novità 2021: il Decreto Sostegni ha esteso al 2021 quanto previsto dal decreto legge di agosto 2020 (articolo 112 – D.L. n. 104/2020): la soglia di esenzione fiscale dei fringe benefits raddoppia anche nel 2021, passando da € 258,23 a € 516,46. L’esenzione fiscale da tassazione per ciascun dipendente è totale, fino all’importo complessivo di € 516,46 per il 2021 (e di € 258,23 per gli anni successivi).

Non hai trovato quello che cercavi?

Hai altri dubbi?