News
5 Ott 2022
| 4'

SDA Bocconi ed Edenred Italia: i bisogni delle persone e l’impatto del welfare aziendale al centro della prima ricerca del Corporate Welfare Lab

Dallo studio emerge l’importanza della fase di ascolto nell’indiviazione dei bisogni e la necessità di elaborare strumenti di misurazione degli effetti del welfare sul benessere delle persone e delle aziende.
Corporate Welfare Lab - SDA Bocconi e Edenred Italia

“La Tassonomia del Welfare Aziendale  e i Bisogni dei Dipendenti”, è questo il titolo della prima ricerca prodotta dal Corporate Welfare Lab, l’hub dedicato all’analisi e allo studio del ruolo del welfare aziendale nel nostro paese promosso da SDA Bocconi School of Management, in partnership con Edenred Italia.

Lo studio, realizzato dal team di ricercatori guidato dal Prof. Alberto Dell’Acqua, ha visto il coinvolgimento di un panel autorevole di aziende, tra cui Coca Cola HBC Italia, Danone Nutricia Italia, PwC e C.S.A.In. L’obiettivo è analizzare e confrontarsi sui bisogni delle persone, come fare ad invidivuarli, che strumenti utilizzare per soddisfarli e come misurare l’impatto del welfare aziendale.

 
 

La ricerca prodotta dal Corporate Welfare Lab ci fornisce una prima fotografia sull’importanza dell’ascolto e dell’analisi, fondamentali per riconoscere i bisogni e sviluppare azioni in grado di offrire risposte efficaci. Lo studio dei dati aggregati ci dimostra l’impatto positivo del welfare aziendale su lavoratori e aziende e la sua capacità di creare benessere diffuso. Realtà accademiche prestigiose come SDA Bocconi ci offrono un aiuto prezioso in termini di ricerca, studio e analisi, finalizzati allo sviluppo ed alla diffusione della cultura del welfare aziendale.

Dalla ricerca emerge che il ruolo del welfare aziendale diventa sempre più strategico per tutte le organizzazioni aziendali, di qualsiasi dimensione. In questo contesto acquisisce importanza la fase di ascolto e di individuazione dei bisogni dei lavoratori.

Infatti, una definizione precisa dei bisogni crea le basi per lo sviluppo di piani di welfare efficaci, in grado di creare benessere diffuso tra i lavoratori, di garantire un clima aziendale ottimale e buoni livelli di produttività, e di attribuire un vero e proprio ruolo sociale alle aziende.

La prossima sfida per il Corporate Welfare Lab e per tutti gli attori che operano nel settore è di individuare dei modelli di misurazione in grado di analizzare gli impatti del welfare aziendale sul benessere non solo delle persone, ma anche delle aziende e dell’intero Sistema Paese.

 
 

Analizzare il sistema del Corporate Welfare significa conoscere e valorizzare il ruolo dei bisogni dell’individuo nel più ampio contesto delle performance aziendali e, quindi, delle ricadute nel più ampio sistema sociale. Data questa consapevolezza, i primi lavori del Corporate Welfare Lab si sono focalizzati sulla comprensione del legame essenziale tra quelle attività d’impresa volte a conoscere e soddisfare i bisogni delle persone in azienda e, quindi, alla successiva misurazione dei risultati sociali ed economici. L’identificazione di nuove aree di opportunità e di relazioni causali tra le iniziative di welfare e le performance aziendali è dunque il prossimo passo e l’ambizioso obiettivo che il Corporate Welfare Lab vuole raggiungere grazie al contributo e alla collaborazione sinergica con importanti Partner strategici.

 
 

Per noi di Danone mettere al centro le persone è fondamentale, per questo motivo ci concentriamo su quelli che sono i bisogni partendo dall’ascolto delle diverse esigenze di ciascuno per cogliere i diversi punti di vista e accrescere sempre di più il benessere delle persone. Il welfare è uno dei nostri grandi pilastri a supporto della genitorialità e della cura in generale e dal lancio della nostra Parental Policy nel 2012 dimostriamo come prendersi cura di qualcuno restituisca professionisti migliori alle organizzazioni. La nostra Policy a sostegno dei genitori, come anche la nostra più recente Caregivers Policy a sostegno di chi si prende cura di un anziano o di una persona non autosufficiente, offre un concreto e completo supporto a partire da 4 pilastri: psico-affettivo, culturale, organizzativo ed economico. A partire da ciò e dopo anni di applicazione rigorosa della policy a sostegno dei genitori abbiamo risultati in netta controtendenza rispetto al contesto esterno: siamo infatti orgogliosi del fatto che il tasso di natalità interno sia pari al +7% e che il 100% delle mamme rientri al lavoro dopo il congedo. Tutti i papà usufruiscono del congedo di paternità di 20 giorni e siamo riusciti ad azzerare il pay gap offrendo pari opportunità in modo meritocratico; occorre quindi valorizzare anche la sfera non lavorativa come l’esperienza di cura, l’impegno sociale o culturale per avere dei professionisti capaci di esprimere creatività e innovazione a tutti i livelli.

 
 

Per Coca-Cola HBC Italia l’attenzione ai bisogni delle nostre persone è da sempre una priorità: negli anni abbiamo utilizzato molteplici strumenti e sviluppato iniziative specifiche finalizzate all’ascolto attivo e alla ricerca del confronto diretto con i colleghi, con l’obiettivo di proporre soluzioni basate sulle loro reali necessità. Vediamo nel welfare uno strumento potente, che permette alle aziende di supportare a 360 gradi la strategia di gestione delle risorse: dalle politiche di reward alle iniziative di total well-being. Per noi dare priorità al welfare aziendale è una soluzione che consente non solo di distinguerci sul mercato ma anche di valorizzare e supportare le nostre persone, migliorandone benessere e coinvolgimento.

Contatti

Comunicazione Edenred Italia

Articoli più letti

Buoni Pasto

30 Set 2022 | 3' di lettura

Come e dove spendere i buoni pasto: ristoranti, supermercati, ma non solo

Welfare aziendale

19 Set 2022 | 4' di lettura

Welfare metalmeccanici 2021-2024: vantaggi per aziende e dipendenti

Welfare aziendale

12 Gen 2023 | 5' di lettura

Cosa sono i fringe benefit e come utilizzarli in azienda