Smart Working

Poco diffuso in Italia prima del 2020, è durante il Covid che lo smart working ha visto una vera e propria ascesa.
Fare smart working vuol dire lavorare per obiettivi, da qualsiasi posto si voglia e con gli strumenti che si ritengono più adatti.

Alla base ci sono flessibilità e autonomia, il che comporta una maggiore responsabilizzazione dei risultati. Allo smart working infatti è associato il principio di accountability: lavorare in modo agile sì ma anche consapevole, competente e appunto responsabile.

A regolare lo smart working è la legge 81 del 2017 che prevede accordi individuali tra l’azienda e il lavoratore.
Durante lo stato di emergenza però lo smart working può essere applicato senza accordi in deroga alla legge citata: la proroga è prevista fino al 31 dicembre 2021.

Cerca gli articoli all'interno del blog

Generic filters